A cura della

Dott.ssa Paola Giardini, Socia Agifar Roma

Non è necessario per le minorenni l’obbligo della prescrizione medica per la contraccezione di emergenza fino a cinque giorni dopo dal rapporto. È quanto stabilito dall’ AIFA nella Determina n. 998 del 8 Ottobre 2020 che riguarda in particolare il farmaco EllaOne (ulipristal acetato).

 

EllaOne è un contraccettivo di emergenza da assumere in caso di un rapporto non protetto o di fallimento di un altro contraccettivo.

Secondo la scheda tecnica prodotta dall’EMA, l’ulipristal acetato è il modulatore selettivo del recettore del progesterone, in grado di ritardare la maturazione dell’ovulo e il suo rilascio, e di prevenire la fecondazione. Il farmaco modifica il picco di ormone LH che precede l’ovulazione, anche quando il livello ormonale è già iniziato a salire.

Si tratta di un enorme vantaggio clinico che si traduce in una elevata efficacia, immediata rispetto al levonorgestrel (Norlevo), e che autorizza l’assunzione di EllaOne fino a 72 ore dal rapporto a rischio di gravidanza non desiderata.

A partire dall’ 11 Ottobre scorso, Ellaone è passata a essere da “medicinale soggetto a prescrizione medica da rinnovare volta per volta per le pazienti di età inferiore ai 18 anni e medicinale non soggetto a prescrizione medica ma non da banco per le pazienti maggiorenni” a “medicinale non soggetto a prescrizione medica ma non da banco”.

Come afferma il Direttore generale di AIFA, Nicola Margini, si tratta di una svolta per la tutela della salute fisica e psicologica delle adolescenti. “Ricordo – dichiara il Direttore Generale- che il farmaco è dal 2017 nella lista dei farmaci essenziali dell’OMS per questa indicazione, come parte dei programmi di accesso ai farmaci contraccettivi, e che le gravidanze nelle teenager sono un importante indicatore di sviluppo di una società, che va tenuto ai minimi livelli”.

La decisione presa dall’AIFA e la sua motivazione ha sollevato numerose critiche. La preoccupazione maggiore è che la facile accessibilità al farmaco, potrebbe banalizzare l’uso dello stesso.

La dispensazione di EllaOne in farmacia deve essere accompagnata da un materiale informativo in formato cartaceo sulle caratteristiche e sugli effetti collaterali del farmaco con lo scopo di promuoverne un uso appropriato e non regolare. La contraccezione d’emergenza è destinata esclusivamente ad un uso occasionale e non deve in alcun caso essere considerata una contraccezione regolare. Infatti, questi farmaci contengono un solo tipo di ormone a una dose più elevata rispetto alla normale pillola anticoncezionale; pertanto, l’uso frequente può causare reazioni avverse importanti per la donna. Si possono riscontrare raramente cefalea, astenia e algie pelviche.

Il farmacista riveste il ruolo di figura sanitaria atta a educare il paziente alla salute e, in tale circostanza, a fornire chiarimenti in tema di sessualità e prevenzione. La donna deve essere informata sull’efficacia e meccanismo di azione della molecola, sui possibili fattori di rischio per la salute, sul comportamento da seguire una volta assunto EllaOne e quando rivolgersi al medico.

https://www.aifa.gov.it/-/nota-informativa-importante-su-ellaone-ulipristal-acetato-10-02-2017-

https://www.aifa.gov.it/documents/20142/1134592/2020.10.10_Det-DG-998-2020_modifica_regime_fornitura_ELLAONE_08.10.20.pdf/48c3d0ae-ba87-aadc-e5d8-b281ed0fc467

https://www.aifa.gov.it/documents/20142/823882/Comunicato_AIFA_608.pdf/0d509695-7448-d158-671c-f856493b1ba9